2 Aprile - Giornata mondiale sulla consapevolezza dell'autismo

Chi è autistico vede il mondo con occhi diversi. Solitudine, isolamento sono parole pronunciate spesso da chi vive con una persona con  sindrome dello spettro autistico.
Dalle ultime stime degli Stati Uniti un bambino su 68 ha questo tipo di disturbo, un dato che è cresciuto di 10 volte negli ultimi 40 anni.
Ricorrerà il prossimo 2 aprile la Giornata mondiale della consapevolezza sull'Autismo promossa dall'ONU, giunta alla sua X edizione.
Sono milioni nel mondo, e migliaia in Italia, le famiglie che hanno a che fare nella vita di tutti i giorni con questo disturbo; nonostante molti studi, non è noto ancora quali siano le cause dello sviluppo dell'autismo. I dati finora prodotti dalla ricerca consentono di avanzare solo ipotesi sull'origine del disturbo e, nell'insieme, non forniscono, al momento, elementi di certezza sulle cause, che restano sconosciute. Le sindromi dello spettro autistico sono fra le più complesse da trattare e richiedono conoscenze e competenze da parte di tutti professionisti coinvolti, non solo, necessitano di consapevolezza, collaborazione e impegno di tutti - genitori, studenti, docenti - per la definizione e realizzazione del progetto di vita.
Il MIUR svolge un ruolo fondamentale per l'esercizio dei diritti di studentesse e studenti con autismo e porta un contributo significativo a riequilibrare gli svantaggi e perseguire il pieno godimento di tutti i diritti umani e delle libertà fondamentali per la piena realizzazione delle persone con disabilità. Tale compito richiede investimenti in formazione e modalità organizzative che coinvolgono tutto il personale scolastico insieme alla comunità territoriale in sinergia con i piani di inclusione.
Nell'ambito delle azioni messe in atto è fondamentale curare anche gli aspetti di informazione e consapevolezza.
Il MIUR, in occasione della Giornata mondiale sull'autismo, intende dedicare la settimana dal 27 al 31 marzo alla sensibilizzazione su questo disturbo nelle scuole. La settimana è un'occasione di confronto fra le istituzioni scolastiche e un'opportunità per lavorare con enti, con le associazioni delle persone con autismo e dei loro familiari o associazioni scientifiche di settore, per interventi informativi e/o formativi sul tema, agevolando, per quanto possibile, la collaborazione e suscitando attenzione intorno ali' argomento. 
L'evento sarà celebrato in tutto il mondo con appuntamenti di informazione, formazione, solidarietà e sostegno. Il blu è il colore scelto per "identificare" le iniziative svolte da istituzioni e associazioni e può essere utilizzato per manifestare solidarietà e promuovere conoscenza. Ogni anno, infatti, i più importanti monumenti, o luoghi simbolo, in ogni parte del mondo, vengono illuminati di blu: dal One World Trade Center di New York alle Cascate del Niagara. 
Come scuola abbiamo voluto riflettere sull'autismo realizzando anche dei lavoretti. A conclusione della nostra riflessione, gli alunni si sono incontrati per un momento di gioia nel giardino del Plesso Bagnera.