Funzioni strumentali

FUNZIONI STRUMENTALI

 

 

Gli incarichi di "funzione strumentale" sono conferiti dal Dirigente Scolastico su delibera del "Collegio dei Docenti". I docenti che esercitano una Funzione sono responsabili di uno specifico processo o di un particolare settore, che può essere organizzativo o didattico e collaborano tra di loro e fanno parte dello staff del D.S. A conclusione dell'anno scolastico, in sede di verifica delle attività del P.T.O.F., gli stessi presenteranno al Collegio dei Docenti apposita relazione scritta sulle attività svolte e sui risultati ottenuti. La misura del compenso per l'incarico è definita in sede di contrattazione integrativa.  I criteri di attribuzione delle funzioni strumentali, decisi collegialmente, sono stati i seguenti:  1. Continuità nello svolgimento della stessa funzione strumentale; 2. Esperienze pregresse nell’ambito relativo alla funzione; 3. Possesso di titoli relativi alla funzione strumentale da ricoprire; 4. Anzianità di servizio. 

 
Per l’anno scolastico 2016/2017, sono state attribuite le funzioni strumentali ai docenti di seguito indicati. 
 
 
AREA FUNZIONI STRUMENTALI  


GESTIONE DEL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA:
 Stesura del Piano
 Autovalutazione e valutazione d’Istituto come verifica delle scelte del POF
 Gestione del Sito Web della Scuola 
Chiello Francesco 


II 

SOSTEGNO AL LAVORO DEI DOCENTI:
  Coordinamento e utilizzo delle tecnologie informatiche e multimediali, della biblioteca, delle attività sportive, della palestra;
 Documentazione didattica delle attività curriculari ed extracurriculari;
 Consulenza informatica;
  Raccolta e archiviazione materiali didattici in formato digitale. 
Gagliardo Vito 


III
 
INTERVENTI E SERVIZI PER GLI ALUNNI:
 Coordinamento della Commissione Continuità per i diversi gradi di istruzione.
 Coordinamento progettazione curriculare ed extracurriculare;
 Analisi delle proposte progettuali da parte delle Agenzie ed Enti e Soggetti Esterni;
 Coordinamento visite guidate e viaggi d’istruzione. 
Bertino Anna Maria 


IV a. 

INCLUSIONE ALUNNI DISABILI:
 Cura delle certificazioni e rapporti con l’ASP e l’Ente Locale;
 Coordinamento delle attività di sostegno;
 Coordinamento Gruppo Misto, partecipazione alle sedute e redazione dei relativi verbali.  
Di Caro Rosaria 
 
 
IV b. 

INCLUSIONE ALUNNI CON BES:
 Progettazione alunni con BES;
 Coordinamento del GLI e di tutti gli atti relativi alla realizzazione dei progetti. 
Macaluso Marinella